header3.jpg
Home

I più letti

Ultime notizie

Sabato 20 Marzo 2010, a Roma a difesa dei beni comuni e della democrazia partecipativa

.
.
alt
 

"Per un Paese solidale. Chiesa italiana e Mezzogiorno". A 20 anni dal primo documento, p. Pizzuti dà il suo contributo alla riflessione

UN DOCUMENTO ECCLESIALE PER IL MEZZOGIORNO

 Domenico Pizzuti

 Non sembra che dai primi commenti al documento dell’Episcopato italiano a vent’anni dal precedente  sia stata colta la vera novità del documento, che è intervenuto in un periodo di aspra polemica politica ed alla vigilia di importanti elezioni regionali. Va subito sgombrato il campo da una non corretta percezione che il documento riguardi solo la società e la chiesa meridionale, se si tiene conto del ricco tessuto culturale  che contiene  un rinnovato appello alla solidarietà dell’intero paese non solo per la risoluzione dell’annoso problema meridionale.

A nostro avviso, rispetto anche al precedente documento dell’Episcopato italiano la novità – comunque la si giudichi - si ravvisa nel linguaggio che denota un diverso approccio, in linea con tendenze del pontificato ratzingeriano di difesa dei confini e dell’identità cattolica, del patrimonio veritativo dell’insegnamento della chiesa, ma di elevato valore culturale che può soddisfare gli spiriti. Infatti il documento non si misura  con dettagliate analisi economiche e politiche e  neanche propriamente etico-sociali, anche se non mancano pregevoli elementi di presa di coscienza del quadro dei mutamenti della società meridionale nell’epoca della globalizzazione. Esplicitamente i vescovi italiani precisano il loro intento:<<Vogliamo piuttosto lasciarci guidare dalla fiducia nella bontà di un giudizio  ragionevole sulla situazione sociale e culturale del nostro paese, illuminati dalla luce della fede coltivata nell’alveo della comunione ecclesiale, per dare un contributo alla comune fatica del pensare, facendo affidamento non tanto in una nostra autonoma capacità, ma soprattutto in quella grazia  che accompagna chi confida nel Signore>> (n. 2).

E’ una  complessa  dichiarazione di intenti  che accomuna fides et ratio, fatica del pensare e grazia dall’alto, fede vissuta nella comunione ecclesiale, che potrebbe lasciare stupiti parlando dei problemi del Mezzogiorno. E’ documento a tutto tondo “episcopale”, cioè di un corpo religioso depositario di un sapere religioso,  nella presente temperie della chiesa cattolica romana, che propone  il capitale specifico  elaborato dai gestori del campo religioso sui problemi del Mezzogiorno nel paese. Se non  andiamo errati,  si avverte una certa distanza dagli altri saperi, per utilizzare il proprio, ed in particolare una distanza dalla politica se non dalla società,  la cui dipendenza dalla politica era stata denunciata dal precedente documento. Analisi sociali  avevano invece  caratterizzato il Convegno delle chiese del Sud  celebrato a Napoli il  12-13 febbraio 2009, brevemente richiamato nella nota 7 del documento in una prospettiva di continuità di un cammino di riflessione e condivisione promosso dai vescovi delle diocesi meridionali.

 

Quaresima: l'Arcivescovo Crescenzio Sepe ai giovani

Lettera ai Giovani

Non rinunciate alla bellezza dei vostri sogni

Quaresima 2010

Miei cari Giovani,

il tempo della Quaresima ci vede impegnati nella preparazione all’evento che definiamo “il centro” della fede cristiana: la passione, morte e resurrezione di Gesù, nostro Signore e nostro Fratello.

In tale significativa circostanza, desidero fare alcune riflessioni con voi ed esprimervi non solo la mia vicinanza e il mio affetto, ma suggerirvi anche degli itinerari per vivere meglio la Quaresima, nelle complesse situazioni che ogni giorno bussano alla porta della vostra vita.

In questi anni, nelle visite alle comunità della Diocesi, ho sempre incontrato tanti di voi, giovani entusiasti e appassionati di Cristo e della nostra terra partenopea e meridionale,  e ho cercato sempre di immedesimarmi nei vostri problemi,  pregando ogni giorno per tutti voi e, soprattutto, per quanti di voi mi manifestano situazioni e disagi particolari.

Mi fermo a pregare davanti al Crocifisso e, in quel Volto sofferente e icona del riscatto, rivedo i vostri sorrisi, la vostra gioia di vivere, i vostri sogni e le vostre aspirazioni, ma intravedo anche  sguardi tristi, pensierosi e delusi di tanti.

Spesso sono volti e occhi vuoti di speranza e senza orizzonti;  occhi spenti che sembrano chiudersi alla vita e ai sogni, come se il tempo e la vita avessero tradito ogni aspettativa e non avessero più la forza di accenderli e di illuminarli; occhi colmi ora di lacrime, ora di sofferenza. Sono occhi di giovani mesti, che hanno smarrito o rischiano di smarrire il senso vero della vita e la loro stessa identità. Per loro  la mia preghiera a Cristo si fa particolare e diventa più intensa, mentre invoco per tutti voi, cari giovani, la protezione e l’intercessione della Vergine Maria, la nostra Mamma celeste. 

In questa Santa Quaresima voglio parlare a tutti: a quelli che credono e a quanti non hanno il dono della fede, offrendo a tutti l’annuncio del Vangelo, che è la “Buona notizia” e ci parla di un uomo, Gesù di Nazareth, che ha sacrificato la sua vita per salvare quella di tutti gli altri uomini, facendosi inchiodare sulla Croce, come un comune mortale, come un perdente, uno sconfitto, che però  risorge poi a vita nuova ed eterna, quella vita che Lui ha promesso a tutti noi.  
 
Altri articoli...
Notizie flash

P. Rolando ha sospeso la Lectio Divina per la pausa estiva. Ci dà appuntamento a settembre. Vi avviseremo noi  in quale sabato. Buone ferie.

 

Giornata in memoria delle vittime dell'omofobia, della transfobia, della xenofobia e della violenza di genere. Domenica 19 maggio ore 17:00 a Napoli presso il Tempio Valdese di via Duomo 275.

Nella prima parte interverranno i referenti di  associazioni e enti impegnati nel contrasto a violenze e discriminazioni e al sostegno delle vittime, per raccontare cosa accade in Italia e nel mondo. 

Seguirà la Veglia Ecumenica per imparare ad “abbattere i muri dell’omofobia,  della transfobia, della xenofobia e della violenza di genere. Muri spaventosamente alti, che creano una separazione all'interno dell’umanità…” 

Stimolati dal versetto biblico: "Non temere perchè io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome: tu mi appartieni, sei prezioso ai miei occhi, perchè sei degno e io ti amo" (Isaia 43,1-4) ci uniremo idealmente in preghiera con le  altre comunità che in Italia e nel mondo stanno vegliando sugli stessi temi.

L'incontro è aperto a tuttI.

L'Associazione Ponti Sospesi - Cristiani Lgbt di Napoli

 

 

La Lectio Divina guidata da P. Rolando cambia sede.

Dal prossimo 25 maggio non si terrà più in Sala Valeriano al Gesù Nuovo, ma nella Cappella della CVX in Via San Sebastiano 48d, dalle ore 17:15 alle ore 18:15, ogni sabato, fino alla conclusione del mese di giugno.

Sabato 18 maggio non si terrà la Lectio per favorire la partecipazione alla Giornata Ignaziana.

 

 

13 maggio 2019

 

Con queste parole Ernesto Olivero, fondatore del Sermig, ha comunicato, ieri mattina, il ritorno alla casa del Padre di sua moglie Maria:

"Questa mattina Maria è nata al Cielo. Aveva scelto di vivere pienamente nel dono di sé. Per chi vorrà unirsi nella preghiera: Rosario domenica 5 maggio ore 18 e lunedì 6 maggio ore 21, i funerali martedì 7 maggio ore 9,30 presso la chiesa di Maria Madre dei Giovani dell’Arsenale della Pace di Torino.".

La CVX del Gesù Nuovo è vicina nella preghiera ad Ernesto, che ci ha ospitato lo scorso anno all’Arsenale della Pace.

5 maggio 2019

 
Appuntamenti
Nessun evento
Una preghiera al giorno

S. Messa

Ogni sabato, alle ore 18,30 nella Chiesa del Gesù Nuovo in Napoli, la CVX-LMS "Immacolata al Gesù Nuovo" anima la S. Messa prefestiva.

Prima della Celebrazione Eucaristica, dalle h 17:15 alle 18:15, P. Rolando Palazzeschi SJ guida la Lectio Divina nella Cappella della CVX in via San Sebastiano 48/d-Napoli. Attualmente la Lectio è sospesa per la pausa estiva.

Leggi l'Omelia integrale che P. Rolando ci invia ogni settimana.

Leggi i testi della Lectio Divina.

I NOSTRI PERCORSI FORMATIVI

Tutti i gruppi si ritrovano il primo venerdì

del mese per la Messa Comunitaria,

durante la quale il P. Assistente

indica gli spunti di meditazione mensili.

Poi ogni gruppo si incontra per proprio conto.

 

ADULTI  GRUPPO EMMAUS

(Il terzo sabato del mese, h 19:30-21:00) 

 

ADULTI  GRUPPO MIRYAM

(Il primo e il quarto sabato del mese,

h 18:00-19:30) 

 

GIOVANI-ADULTI GRUPPO EMMANUEL

(Ogni venerdì, h 20:00-21:30)

Statistiche

Utenti : 70
Contenuti : 875
Link web : 64
Tot. visite contenuti : 1433275

Il nostro sito fa uso di cookies al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione all’utente. Potrebbero essere presenti, inoltre, cookies di terze parti. Continuando a navigare nel sito, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information