Centro La Famiglia onlus – La presentazione del Movimento di Spiritualità Ignaziana “Insieme per Servire”

alt

alt

E’ stato presentanto sabato 12 febbraio, nella sede del “Centro la Famiglia onlus” – Consultorio Familiare, Opera dei Padri Gesuiti in Via San Sebastiano 48, il  Movimento di Spiritualità Ignaziana “Insieme per Servire”.  Esso è “formato da persone che hanno in comune l’aver incontrato il Signore attraverso la spiritualità ignaziana e l’aver fatto di questa esperienza il proprio specifico modo di essere e di operare: uomini e donne che si sentono chiamati a ‘seguire più da vicino Gesù Cristo e a lavorare con Lui alla costruzione del Regno’, per essere compagni di Gesù nella sua missione di riconciliare a Dio tutta l’umanità”: così apre la descrizione del Movimento scritta nell’opuscoletto di presentazione, offerto ai partecipanti in un affollato incontro nella storica sede del Centro.

Alla presenza del fondatore dell’opera, p. Domenico Correra SJ e del Superiore della Comunità dei Padri e Parroco del Gesù Nuovo, p. Vittorio Liberti SJ, la Presidente del Movimento, Sig.ra Amelia De Vincentis, operatrice del Consultorio, ha tratteggiato gli elementi essenziali caratterizzanti obiettivi e strumenti del Movimento stesso, “aperto ad un’ampia relazione di cooperazione creativa e concreta con l’intero corpo apostolico della Compagnia” e che da anni “collabora e condivide il servizio nell’ambito dell’opera Apostolica della Compagnia di Gesù del Consultorio”. Scorrendo le pagine dell’opuscolo, la Presidente ha ricordato anche le fonti ispiratrici (Esercizi Spirituali), i principi generali e la struttura organizzativa.

Il p. Liberti, nel ringraziare per la presenza del Movimento nell’insula gesuitica di Via San Sebastiano, ha sottolineato il valore della parola “insieme” nel nome del movimento, che apre non solo ad una comunione interna nel  qualificato servizio reso, ma anche ad una sinergia con le molteplici realtà pastorali, formative e apostoliche presenti nella famiglia ignaziana del Gesù Nuovo, ricca anche di un laicato impegnato su più fronti.

Ci si è poi suddivisi in gruppi di condivisione sulla traccia di approfondimento spirituale proposta dagli organizzatori, per poi portare all’assemblea di tutti i partecipanti la ricchezza delle risonanze e delle proposte emerse.

E’ stata una mattinata significativa. Ma anche un esercizio concreto e sobrio nell’orizzonte di quanto scritto nell’opuscolo di presentazione, laddove si ricorda la centralità degli Esercizi Spirituali: “Particolare spazio viene riservato alla necessità della preghiera e del discernimento individuale e comunitario, dell’esame di coscienza quotidiano e della guida spirituale, ritenendoli mezzi essenziali per cercare e trovare Dio in tutte le cose”.

Perchè, come dice Ignazio, si possa “in tutto amare e servire”.

Pasquale Salvio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.