Un saluto, grato, passando la mano…

Oggi termino il mio servizio come responsabile e redattore di questo sito.  E’ stata, come sempre, un’esperienza personale molto intensa, sia nella sua ideazione che nella gestione redazionale, impreziosita dal supporto tenico-grafico di Cristiano Salvio, nostro webmaster, a cui va il mio ringraziamento. Non è un sito di “grandi numeri”. Ma oltre 50.000 pagine visitate in poco più di un anno e mezzo dalla sua nascita, in prosecuzione con l’esperienza precedente, e da tante parti d’Italia e del Mondo, sono un seme significativo lanciato nel “campo” della Comunicazione e dell’Informazione. Una struttura potenzialmente molto dinamica, sfruttata al minimo per mancanza di risorse umane (ovviamente di volontariato, così come volontario è stato il mio servizio). Bellissima esperienza fu la sua costruzione “dal basso”, mettendo in linea una prima versione agli inizi del 2010 e “consegnandola”, dopo un collaudo tecnico sulla nuova piattaforma Tophost, alla valutazione rigorosa di 50 utenti, in gran parte esterni alla Cvx, tra i quali molti operatori nel mondo della Comunicazione (oggi così minacciata nella sua libertà di espressione) e , in particolare, del web. Ho sempre creduto nella collaborazione e nella cooperazione al servizio del Bene Comune, nel rispetto dei principi di democrazia sostanziale e di condivisione delle scelte, ma anche dei ruoli istituzionali;  il tutto in un dinamico e virtuoso cammino realmente condiviso, e non condizionato da visioni parziali o semplicemente calate dall’ alto. E ciò come contributo umile ma fattivo e dialogante alla costruzione della Comunità, ecclesiale e civile. Ringrazio ancora quanti vollero dar volto a quel laboratorio. Auguro a chi mi succederà buon lavoro, nella convinzione che essere presenti nella Comunicazione – dalla carta stampata ai più significati ambiti multimediali odierni e che si prospettano al nostro orizzonte – sia un dovere di cittadini e di credenti nel Dio di Gesù Cristo, guardando ad essa non solo secondo i valori e i principi della nostra Carta costituzionale, ma anche come settore incisivo  di Apostolato Sociale e Culturale, in cui donarsi e donare sè stessi per un “maggiore Amore”. Ringrazio tutti i lettori di questo sito, in particolare quanti lo hanno come riferimento tra i loro “preferiti”.

Pasquale Salvio

pasqualesalvio@virgilio.it

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.