CONSIGLIA CI SEGNALA: IV MARCIA PER LA LIBERTÀ, LA PACE, LA GIUSTIZIA IN ERITREA

CONSIGLIA CI SEGNALA

Mi giunge da Dania dell’ ASPER (Associazione per la tutela dei diritti umani del popolo eritreo) con preghiera di diffondere e partecipare.

Consiglia S.

 22 AGOSTO 2012

DI NUOVO IN MARCIA PER IL RISPETTO DEI DIRITTI UMANI IN ERITREA,

PER LA PACE, LA LIBERTA’ E LA GIUSTIZIA

31 agosto 2012 Stoccarda – 9 settembre 2012 Francoforte

per saperne di piu leggi il seguente documento disponibile anche in tigrigna, inglese e tedesco (vedi allegati) o visita i websites

www.facebook.com/united4eritrea e www.asper-eritrea.com

il 24 maggio 2012 è ricorso il 21° anniversario dell’indipendenza dell’Eritrea, ma la gente invece di festeggiare si è riunita per protestare davanti alle ambasciate ed i consolati di tutto il mondo e chiedere diritti, libertà  e democrazia. Questo perché in Eritrea non c’è un governo eletto dal popolo, ma una  dittatura militare che costringe i giovani, sia uomini che donne, a servire l’esercito a tempo indeterminato. La gente è costretta ad impugnare le armi ed a prestare servizio militare fino all’età di 58 anni.

Arresti arbitrari sono all’ordine del giorno e non esiste un tribunale giudiziario indipendente.

Migliaia sono i prigionieri politici detenuti  in carceri segrete di cui non si sa più nulla, neanche se siano vivi o morti. Le sparizioni forzate sono una delle perfide strategie del regime per terrorizzare la popolazione.

Diritti basilari quali la libertà di movimento, di espressione e di religione, cosi come elezioni democratiche non esistono. Al contrario c’è la fame e scarse sono le risorse alimentari.

Questa drammatica situazione ha portato all’esodo di massa dei giovani eritrei che preferiscono affrontare un rischioso viaggio che spesso porta alla morte, piuttosto che vivere sotto un regime che toglie loro ogni speranza. Il regime punisce con la prigione i parenti di chi fugge. All’inizio della loro fuga i rifugiati rischiano di essere colpiti da armi da fuoco quando oltrepassano il confine. Poi devono affrontare il caldo mortale del deserto Sahariano dove spesso diventano preda dei trafficanti di organi. La  fuga termina  a bordo delle sovraccariche “carrette del mare” per attraversare il Mediterraneo in cui già migliaia di loro hanno trovato la morte.

DICIAMO BASTA!!!

Nel 2004 abbiamo marciato da Francoforte (Main) fino a Brussels – Commissione Europea. Nel 2005 abbiamo marciato da Ginevra a Roma ed un anno dopo da NewYork City a Washington D.C..

Ora ritorniamo a marciare per gli stessi valori. di libertà, pace e giustizia

 

La nostra IV marcia comincia il 31 agosto a Stoccarda e termina l’8 settembre a Francoforte (Main)

OBIETTIVO della marcia è informare l’opinione pubblica:

  • Sulla brutalità del PFDJ (People Front for Democracy and Justices) nei confronti del popolo eritreo
  • Sull’attività di alcune organizzazioni come la cosiddetta Mahbere-Koms che sostiene il regime eritreo in Germania sotto la copertura di organizzazioni culturali quali:

o   Young-PFDJ, organizzazione giovanile internazionale del PFDJ fondata da Yemane Ghebreab, braccio destro del dittatore Issaias Afewerki. Le cosiddette diramazioni dell’organizzazione,  che si trovano in tutti i paesi dove la comunità eritrea è numerosa, sono strumenti di propaganda nazionalista e servono a raccogliere fondi per sostenere il regime militare e contrastare l’opposizione in diaspora.

o   Eritrean women’s association, e.g. NUEW (National Union of Eritrean Women)

o   Warsay e V. (Youth organization)

VOGLIAMO

  • Incoraggiare tutti gli eritrei in esilio a rompere il silenzio ed unirsi alla lotta per la libertà e la giustizia
  • Dare voce alla gente in Eritrea che non ha la possibilità di esprimere opinioni

 

CHIEDIAMO alla Repubblica Federale di Germania ed alla Unione Europea

  • Di non sostenere la dittatura in Eritrea
  • Di congelare tutte le relazioni diplomatiche
  • Di limitare la libertà di movimento dei rappresentanti del regime

 

Vi preghiamo di sostenere la marcia contribuendo a diffonderne le informazioni.

Apprezziamo la vostra solidarietà e vi ringraziamo fin da ora insieme a tutti coloro che un giorno saranno liberi.

Vi Invitiamo  a partecipare alla marcia anche per una singola tappa o meglio ancora per l’intero percorso.

ASPER & United4Eritrea

 

www.facebook.com/united4eritrea

ASPER – associazione per la tutela dei diritti umani del popolo eritreo

www.asper-eritrea.com email: asper.eritrea@gmail.com phone: 0039 3343843669

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.