E’ tornato alla Casa del Padre Fratel Egidio Ridolfo

È tornato alla casa del Padre Fratel Egidio Ignazio Ridolfo, gesuita, nativo di Caltagirone, figura storica della residenza del Gesù Nuovo di Napoli. Al termine di una lunga malattia, contro la quale ha combattuto con grande coraggio e dignità, non venendo mai meno alle sue numerosissime occupazioni, si è spento oggi serenamente all’età di sessantun anni.

Amico della nostra CVX, a cui era molto affezionato, congregato mariano sin dall’adolescenza, seguiva la vita e le attività  delle  CVX, ma anche delle Congregazioni mariane ancora attive, quelle che in Italia e nel mondo non avevano accettato il passaggio a CVX. Cultore della religiosità popolare, profondo conoscitore della vita e della spiritualità di San Giuseppe Moscati, sul quale aveva pubblicato numerosi articoli e monografie, ne curava su internet  il sito.

Personalità poliedrica, economo della residenza del Gesù e collaboratore dell’economo della Provincia d’Italia, esperto in informatica e programmazione, conoscitore della comunicazione multimediale, aveva un suo blog e partecipava ad altri. Amministrava un suo sito, dal titolo Orizzonti dello Spirito – poesia e vita, (http://www.ridolfo.it), in cui aveva raccolto preghiere, testi, poesie di autori classici e contemporanei che gli erano particolarmente cari e che commentava con acume . Di grande interesse la sezione Poesia trasparenza del cuore (http://www.ridolfo.it/poesia/index.html ).

Negli ultimi due anni accompagnava con il suono dell’organo le Messe celebrate da P. Rolando ed animate dalla CVX, sebbene spesso fossimo in disaccordo con il suo repertorio, dicendogli  con bonaria presa in giro che suonava motivi sacri preconciliari, dovendosi intendere per preconciliari precedenti al Concilio tridentino. Con battuta pronta, che non gli mancava, rispondeva che erano sì canti preconciliari, ma precedenti al Concilio di Nicea.

Ora sei andato via, caro Amico, nel giorno del Battesimo del Signore, ricevendo da Lui l’ultimo Battesimo, quello più sacro, quello della Compagnia con Lui.

Ti accolga in Paradiso Sant’ Ignazio di cui portavi il nome; a Lui e a nostro Signore, suona serenamente tutti i canti d’amore che ti erano più cari.

Un abbraccio.

13 gennaio 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.