Santa Pasqua … in serata

Nel momento in cui mi accingevo a scrivere un augurio pasquale alle sorelle e fratelli della CVX, è giunta la notizia dell’attentato a Lahore, in Pakistan, in cui sono morte 63 persone, in gran parte donne e bambini, essendo avvenuto in un parco giochi: in maggioranza cristiani che festeggiavano la Pasqua.

P. Sibilio, giustamente, questa mattina a Messa diceva, dopo l’intenzione della Preghiera dei fedeli sulle vittime degli attentati di Bruxelles: piangiamo e preghiamo per le vittime in Europa, per quelle vicine a noi, ma piangiamo anche per quelle più lontane, quelle causate da guerre dimenticate e per le quali abbiamo fatto l’abitudine.
 
Le vittime di Lahore, con i 290 feriti, appartengono a uno di questi conflitti lontani, ma pur sempre un pezzo di quella terza guerra mondiale … a pezzi, di cui parla Papa Francesco, oggetto del ciclo di incontri al Centro Culturale del Gesù Nuovo. 
La risposta a tutto ciò è sempre nella Risurrezione di Cristo e nel mistero di un Dio/Uomo, innocente, che si è donato interamente a noi fino alla morte e … alla morte di croce.
 
L’augurio di Santa Pasqua che voglio darvi, è questo: valutare, amare, agire nell’ottica del Risorto, che oggi nell’antifona di ingresso ci ha assicurato: Sono risorto e sono sempre con te.
A Lui rispondiamo: Tu hai posto su di me la tua mano, è stupenda per me la tua saggezza.
 
fraternamente
 
Salvatore C.
Sono risorto e sono sempre con te.
Tu hai posto su di me la tua mano,
è stupenda per me la tua saggezza.
Alleluia.
28 marzo 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.