La Chiesa che accoglie. Un progetto della Diocesi di Napoli

alt

Foto ripresa da www.chiesadinapoli.it

Una bella notizia ci è giunta da poche ore per rendere veramente Santa la nostra Pasqua. 

E’ un Comunicato Stampa della Diocesi di Napoli che ci informa di un Progetto, in sinergia con i Padri Gesuiti, per dare alloggio a cinquanta senza dimora nella ex casa per gli Esercizi Spirituali a Cappella Cangiani.

L’accoglienza prenderà avvio mercoledì prossimo e sarà completata dall’offerta di biancheria personale e da camera, presidi anti-contagio, vitto, assistenza sanitaria ed animazione, tutto nel rispetto delle norme sanitarie stabilite dalle autorità civili e dalla CEI. 

Vi copio le prime righe, ma tutti i particolari li troverete nell’allegato. 

“La Chiesa che accoglie” è il progetto che il Cardinale Crescenzio Sepe, a nome della Diocesi e in sinergia con i Padri Gesuiti, ha voluto realizzare, con avvio immediato, per offrire un alloggio a cinquanta clochard, i senza dimora che abitualmente incontriamo per le strade e che, in questo tempo di pandemia e tragica crisi sanitaria per il diffondersi del “coronavirus”, sono obbligati, come tutti, a trovare riparo e ospitalità per evitare il contagio.

E di nuovo un augurio di Santa Pasqua.

Sabato Santo, 11 aprile 2020

 

LEGGI … icon 51. La Chiesa che accoglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.