MESSAGGIO DI BENEDETTO XVI PER GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE

“In una società multietnica che sempre più sperimenta forme di solitudine e di indifferenza preoccupanti, i cristiani devono imparare ad offrire segni di speranza e a divenire fratelli universali, coltivando i grandi ideali che trasformano la storia e, senza false illusioni o inutili paure, impegnarsi a rendere il pianeta la casa di tutti i popoli”. Lo afferma Benedetto XVI nel suo messaggio per l’84esima Giornata missionaria mondiale che quest’anno si celebrerà il 24 Ottobre con il tema “La costruzione della comunione ecclesiale è la chiave della missione”, diffuso oggi dall’agenzia ‘Fides’. “Solo a partire da questo incontro con l’Amore di Dio, che cambia l’esistenza, possiamo vivere in comunione con Lui e tra noi, e offrire ai fratelli una testimonianza credibile, rendendo ragione della speranza che è in noi” aggiunge il Papa, ricordando che ogni anno la Giornata missionaria mondiale offre “l’occasione per rinnovare l’impegno di annunciare il Vangelo e dare alle attività pastorali un più ampio respiro missionario”. L’impegno e il compito dell’annuncio evangelico spettano all’intera Chiesa “missionaria per sua natura” evidenzia il Pontefice, ricordando inoltre l’impegno degli operatori pastorali per promuovere la comunione ecclesiale, “in modo che anche il fenomeno dell’ ‘interculturalità possa integrarsi in un modello di unità, nel quale il Vangelo sia fermento di libertà e di progresso, fonte di fraternità, di umiltà e di pace”. Benedetto XVI esorta in conclusione a sentirci “tutti protagonisti dell’impegno della Chiesa di annunciare il Vangelo”, rinnovando “l’invito alla preghiera e, nonostante le difficoltà economiche, all’impegno dell’aiuto fraterno e concreto a sostegno delle giovani Chiese”. [FB]

Città del Vaticano, 28/3/2010

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.