2 Novembre: con don Tonino Bello, parole di Luce che ci aprono all’Eterno

alt
alt
Cosi don Tonino Bello pregava Maria (Donna dell’ultima ora) pensando alla morte:

“Quando giungerà anche per noi l’ultima ora,
e il sole si spegnerà sui barlumi del crepuscolo,
mettiti accanto a noi perché possiamo affrontare la morte.
E un’esperienza che hai fatto con Gesù,
quando il sole si eclissò e si fece gran buio sulla terra.
Questa esperienza ripetila con noi.
Piantati sotto la nostra croce, sorvegliaci nell’ora delle tenebre,
Infondici nell’anima affaticata la dolcezza del sonno.
Se tu ci darai una mano, non avremo più paura di lei…
Anzi l’ultimo istante della nostra vita
lo sperimenteremo come l’ingresso nella cattedrale della luce
al termine di un lungo pellegrinaggio, con la fiaccola accesa.
Giunti sul sagrato, dopo averla spenta, deporremo la fiaccola.

Non avremo più bisogno della luce della fede, che ha illuminato il cammino.
Oramai saranno gli splendori del tempio
ad allargare di felicità le nostre pupille”.

Da YouTube riprendiamo un video sull’Ave Maria di Renato Zero
http://www.youtube.com/watch?v=zbuizgi2Rik

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.