11 Marzo, al Gesù Nuovo uno spazio e un tempo, serale, per la preghiera, aperto in particolare ai giovani…

alt

 

alt   IL “GESU’ “APERTO DI SERA,                                      UN’OPPORTUNITA’ PER PREGARE…

Nella Messa del Mercoledì delle Ceneri p. Vittorio Liberti SJ, Parroco e Superiore della Comunità dei Gesuiti, al termine della sua omelia sul cammino di penitenza e di conversione a cui ci chiama la Quaresima, ha parlato a tutta la Comunità parrocchiale e delle Opere che sono nel Gesù Nuovo, ma particolarmente ai giovani.
 

Digiuno, elemosina, preghiera: le tre caratteristiche del cammino che la Chiesa propone ai fedeli nel Dio di Gesù Cristo, verso la Settimana Santa, la Croce, la Pasqua di Resurrezione.

Digiuno, da manifestare non solo in una maggiore sobrietà della mensa, ma anche nell’utilizzo di mezzi che condizionano la nostra quotidianità, in particolare la TV e internet.

Elemosina, non solo nel donare proprie risorse materiali, ma anche, per chi può, nel “farsi prossimo” a chi è nel bisogno, come già si fa per l’aiuto alla mensa delle Suore di Madre Teresa o andando alla stazione o laddove vivono le persone senza dimora, per strada.

Preghiera. E qui ha voluto annunciare che, a partire dal primo venerdì di Quaresima, ogni venerdì, la Cappella del Sacramento diventerà spazio e tempo di preghiera, dalle ore 20 alle 22.

La “chiesa del Gesù” si apre ancor più alla Città, accogliendo, pregando. Un segno importante, un’opportunità, in particolare per i tanti giovani che a quell’ora affollano la piazza e le strade vicine, senza escludere gli adulti e gli anziani, chiamati, quest’ultimi, ad un maggiore sacrificio. Ma offerto  sicuramente con gioia, per un impegno che s’inserisce nei rinnovati orizzonti pastorali.

Qualcuno, andando via accompagnato dai canti del coro, si dava appuntamento “a dopodomani”.

Buon cammino di Quaresima e in particolare ai giovani: passate parola.

Pasquale Salvio

 

alt

Le foto sono di Pasquale Salvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.