P. Bartolomeo Di Pierro è ora nell’abbraccio del Padre – di Pasquale Salvio

alt

alt

Tantissime persone, tantissimi giovani. Tutti commossi e in preghiera per e con p. Bartolomeo di Pierro, gesuita.

P. Vittorio Liberti, Parroco del Gesù Nuovo e Superiore della Comunità che ha accolto p. Bartolomeo negli ultimi due anni, ha tratteggiato in una splendida e sentita omelia il cammino nella Compagnia di Gesù di questo positivo e sorridente sacerdote, vero dono di Dio per generazioni di persone. Tre le caratteristiche di p. Bartolomeo che ha voluto sottolineare: 1) la missionarietà, che ha informato apostolicamente tutto il suo ministero pastorale a Napoli e a Bari, pur non potendo, agli inizi degli anni ’60, soddisfare il suo grande desiderio di andare in Sri Lanka; 2) l’utilizzo delle nuove tecnologie, in particolare della posta elettronica, per intrecciare relazioni con persone, famiglie, gruppi con cui sviluppare il suo accompagnamento pastorale  e formativo, in particolare nella formazione delle famiglie e nella preparazione ai sacramenti; 3) una fede autentica, che ha illuminato costantemente la sua vita, con un abbandono totale nelle braccia della Provvidenza al cui servizio si è messo con umiltà, forza, coraggio, amorevolezza, anche nel servizio pastorale degli Esercizi Spirituali e, recentemente nella Diocesi di Napoli, della Terza Età.

Tantissimi i giovani presernti, conosciuti e “cresciuti” con lui a Scampia, che lo abbracciavano in quest’ultimo saluto, il pianto a bagnare i loro volti e le loro parole di riconoscenza. Come quelle di Marianna. Tantissime persone semplici, figlie di quel confessionale in fondo alla chiesa dove sapeva  accogliere per la riconciliazione col Padre e dispensare, come sempre, i suoi consigli di Padre tenero e premuroso, ma anche di compagno di viaggio, rispettoso, ironico, “asciutto”, come l’ha definito p. Vittorio. Nei suoi “grazie”, al termine della Messa e della benedizione, con la Comunità dei Padri a fare corona di Fraternità intorno a Lui, c’è stato il grazie di quanti – tanti – hanno ricevuto il dono gratuito della sua conoscenza, del suo accompagnamento, della sua testimonianza di uomo, di sacerdote, di “compagno” di Gesù nella sua Congregazione religiosa, aperto al Mondo e all’annuncio incarnato del Vangelo d’Amore a tutti gli uomini.

L’applauso che si è levato spontaneo e sincero, mentre i suoi Confratelli e i suoi tanti amici Lo accompagnavano verso il carro che lL avrebbe portato nella sua natia Bisceglie per la sepoltura, è stato come l’aver liberato verso il cielo azzurro di questa giornata le  mani  di ciascuno, per abbracciarLo, riconoscenti. Ora ch’è nell’abbraccio di Dio. E continua a pregare per noi e ad accompagnarci. Grazie, p. Bartolomeo!

Pasquale Salvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.